Il rally dei prezzi Bitcoin a $12K non ha senso fino a quando i tori non lo capovolgono per sostenere

Il prezzo del Bitcoin è di nuovo vicino ai 12.000 dollari, ma questo livello può causare più danni che benefici, se i tori non riescono a capovolgerlo per sostenerlo.

Martedì i tori Bitcoin (BTC) hanno raccolto abbastanza forza

Martedì i tori Bitcoin (BTC) hanno raccolto abbastanza forza da spingere il prezzo della BTC leggermente al di sopra della soglia dei 12.000 dollari, un livello che non si vedeva dal 1° settembre.

Il movimento si è verificato dopo l’aumento di volume di lunedì (19 ottobre) a 11.822 dollari è stato seguito da un continuo acquisto di martedì, fornendo abbastanza slancio per i tori per spingere sopra il canale ascendente a 12.038 dollari.

Il rally a $12.000 è stato anche accompagnato da volumi vertiginosi attraverso le principali borse dei futures Immediate Edge dal lunedì al martedì, e all’inizio di questa settimana il Cointelegraph ha riferito che il più recente rapporto dell’impegno dei trader del CME mostra che le richieste istituzionali hanno raggiunto un record assoluto.

All’inizio della settimana i mercati tradizionali hanno subito un colpo, poiché gli investitori temevano che una situazione di stallo tra democratici e legislatori repubblicani al Congresso avrebbe impedito l’approvazione di un secondo round di stimolo economico volto ad alleviare la pressione finanziaria sulle piccole imprese e sugli americani che necessitano di un secondo controllo di stimolo.

Fortunatamente, con la chiusura del mercato di oggi il Dow, l’S&P 500 e il Nasdaq hanno chiuso la giornata con guadagni marginali. In particolare, il Dow ha chiuso 100 punti in più dopo che la Presidente della U.S. House Speaker, Nancy Pelosi ha detto di sentirsi „optomistica“ per un accordo tra il Congresso e la Casa Bianca.

La recente azione dei prezzi di Bitcoin è stata in qualche modo allontanata da quella dei mercati azionari, portando alcuni analisti su Twitter cripto a chiedere ancora una volta un ‚disaccoppiamento‘, ma tutto questo sembra un po‘ prematuro.

Indipendentemente dalla posizione di disaccoppiamento dei prezzi Bitcoin dai mercati tradizionali, l’asset digitale rimane uno dei migliori performer per il 2020, attualmente in crescita del 65,4% rispetto all’anno precedente.

I tori Bitcoin devono girare $12K per sostenere

Il massimo giornaliero di oggi a 12.038 dollari è a soli 10 dollari dal precedente massimo del 1 settembre, quando il prezzo del Bitcoin ha formato un top a pinzetta e ha corretto il 18,5% nei giorni successivi. Quindi, naturalmente, i trader hanno espresso emozioni contrastanti riguardo al prezzo che si aggirava di nuovo intorno ai 12.000 dollari, soprattutto considerando che le ultime 5 visite a questa resistenza sono state seguite da bruschi saldi.

Per quanto riguarda l’azione del prezzo, quando un canale ascendente è una linea di tendenza viene interrotto vicino ad un livello di resistenza chiave, è normale che si verifichi una prenotazione di profitto, e questo tipicamente si traduce in un calo del prezzo per ritestare la linea di tendenza del canale ascendente o una resistenza precedente come 11.900 dollari per determinare se gli acquirenti rimangono abbastanza rialzisti da confermare o meno il livello come supporto.

Sul lasso di tempo di 4 ore possiamo vedere che questo è ciò che si è verificato quando il prezzo è sceso a 11.850 dollari, mentre gli investitori hanno tirato i profitti.

Al momento della scrittura, BTC sta scambiando circa 11.940 dollari e con meno di 2 ore fino alla chiusura giornaliera, una spinta per assicurarsi 12.000 dollari prima della fine della giornata sarebbe un segno positivo.

Data la recente importanza del livello di $12.000, molteplici tentativi falliti di superare la resistenza o una chiara perdita di slancio potrebbero motivare i trader ribassisti ad aprire posizioni corte da $11.900 a $12.000. Questo aumenterebbe la possibilità di una ripetizione delle precedenti vendite da 12K.

Come menzionato in una precedente analisi, il prezzo Bitcoin ha un supporto al 20-MA ($11.600) e al livello di $11.500-$11.400. Se il prezzo è sceso al di sotto della linea mediana del canale ascendente, c’è anche un supporto a 11.200 e 10.900 dollari.

Nel corso del giorno successivo circa un certo consolidamento nella zona da $11.950 a $11.800 potrebbe portare alla formazione di una bandiera a toro o di un gagliardetto, per cui i trader dovrebbero tenere d’occhio il grafico a 4 ore e il volume nell’arco di tempo da 1 ora a 4 ore.

Una spinta al massimo giornaliero (12.038 dollari) riporterebbe il prezzo ad un livello di resistenza chiave (vedi la linea blu tratteggiata) che, se girato a sostegno, riporterebbe il prezzo Bitcoin sulla strada verso un nuovo massimo del 2020.